Prelievo del sangue nei bambini piccoli

  1. Home
  2. /
  3. Salute
  4. /
  5. Prelievo del sangue nei bambini piccoli
Esami del sangue per bambini a domicilio

Quando si fanno le analisi ai bambini e come affrontare il prelievo del sangue senza paura grazie agli infermieri pediatrici e neonatali a domicilio

Quando un bambino sta male, la prima cosa che viene naturale fare, è quella di correre in ospedale o affidarsi al pediatra di fiducia. Può succedere però che al seguito di una prima visita in cui magari vengano prescritte medicine da assumere, occorra sottoporre poi il piccolo a dei controlli più specifici, ossia il tanto temuto prelievo del sangue.

Gli esami del sangue sono molto importanti per assicurarsi che il tuo bambino sia sano e servono ai medici per controllare il funzionamento di organi vitali come: reni, fegato, cuore e di assicurarsi che il corpo disponga di alcuni nutrienti importanti, come: ferro, vitamine e calcio. Inoltre le analisi del sangue servono a classificare possibili reazioni allergiche alimentari e infezioni in corso.

Solitamente il prelievo del sangue nei primi anni di età non viene richiesto, a meno che non ci siano delle condizioni sospette di qualche patologia o un disturbo della crescita per cui è necessario uno screening neonatale, un test che può individuare disturbi genetici, endocrini e metabolici che possono essere trattati se presi in tempo.

Cosa succede in questi casi? La mamma è la prima persona che tende subito ad agitarsi, senza sapere che spesso i bambini intuiscono preventivamente lo stato dei genitori, avvertendolo quasi come un trauma più che suggestione. Quindi in primis per calmare il bambino che deve subire un prelievo di sangue occorre rimanere calmi e ricordare che prelievo non vuol dire “mio figlio avrà qualcosa di serio”, ma semplicemente “mio figlio ha bisogno di un controllo, per validare che è tutto ok”.

Nel caso del prelievo, non è detto però che il bambino debba necessariamente recarsi in laboratorio o ospedale ma può richiedere l’intervento di un infermiere che esegua il prelievo del sangue a domicilio. Questo non solo riduce le ansie e le paure, ma diventa una sorta di distrazione poiché all’interno del suo habitat, il bambino avverte meno qualsiasi tipo di minaccia.

Chi è autorizzato ad effettuare le analisi del sangue ai bambini

Nei bambini il prelievo del sangue può essere svolto soltanto da personale specializzato, come: pediatri, infermieri pediatrici e infermieri neonatali.

Eseguire un prelievo del sangue ai bambini non è una cosa facile, serve infatti che l’infermiere possieda non solo esperienza e manualità, ma soprattutto molta pazienza ed empatia. Bisogna saper infondere tranquillità per evitare il rischio che l’esame possa rivelarsi un trauma. Il rapporto che tende a crearsi tra il bambino e il professionista è una sorta di simbiosi, poiché l’operatore creerà nei minuti antecedenti, una fase di distrazione, con un giocattolo, un libro, e qualsiasi altra cosa che richiami la sua attenzione altrove.

Come viene svolto il prelievo del sangue sui bambini e sui neonati

Il prelievo del sangue viene eseguito in qualche minuto, in maniera rapida e indolore. Nei neonati il prelievo viene effettuato pungendo il tallone con un piccolo ago chiamato lancetta, prelevando qualche goccia di sangue che verrà successivamente esaminata in laboratorio. Dai 3 anni in su il prelievo venoso viene effettuato sul braccio con un ago a farfalla, in quanto essendo più corto e sottile, è molto più semplice da utilizzare.

Analisi del sangue nei bambini: è necessario il digiuno?

Come per gli adulti anche per i bambini, il prelievo del sangue viene effettuato a digiuno, è però consentito bere molta acqua in quanto l’idratazione aiuta subito a trovare la vena.

In età pediatrica quale vantaggio comporta il prelievo a domicilio?

La sala di attesa può far agitare il bambino, per tal motivo il prelievo a domicilio fa si che i bambini percepiscano il senso di continuità con il quotidiano senza andare incontro a situazioni che potrebbero comportare paura e ansia da prelievo.

È importante quindi il dove e il come venga effettuato il prelievo, utilizzando oltretutto da parte dell’operatore specializzato, anche tecniche comportamentali, che non solo aiutino a vivere con poca agitazione la fase del prelievo al bambino, ma soprattutto di far si che riesca nel caso, a vivere serenamente eventuali volte successive.

Inoltre, qualora ce ne fosse di bisogno, per i genitori è più facile calmare un bambino dopo le analisi svolgendo semplici gesti e concedendo coccole affettuose tra le mura domestiche piuttosto che in una sala di attesa o in un luogo al bambino totalmente sconosciuto.

Prelievo a domicilio, Centro specializzato per il prelievo del sangue dei bambini piccoli e neonati, mette a disposizione i migliori infermieri pediatrici e neonatali di Milano, il giusto mix di professionalità e delicatezza, che ti permetterà di effettuare gli esami del sangue pediatrici per il tuo bambino senza andare in laboratorio.

Articoli correlati